Discussion:
Da p.iva risalire a nome azienda
(troppo vecchio per rispondere)
Vittorio D.L.
2004-09-24 19:21:07 UTC
Sapreste indicarmi se c'è un servizio in rete che permette di risalire
ai dati aziendali partendo dalla partita iva?
Per ora conosco un servizio che permette di verificare la p.iva ma
senza dare i dati dell'azienda

Grazie

Vittorio D.L.
ZDavidoff
2004-09-25 14:38:26 UTC
E' un servizio offerto, tra gli altri, dalle Camere di Commercio.
Ah! Dimenticavo ... a pagamento :)

A presto

Fabio
Vittorio D.L.
2004-09-25 22:54:43 UTC
Post by ZDavidoff
E' un servizio offerto, tra gli altri, dalle Camere di Commercio.
Ah! Dimenticavo ... a pagamento :)
che ci fosse a pagamento non ne dubitavo :(
pero' i database ci sono gia e gli strumenti di consultazione anche,
mi sembrano mosse stupide quelle di negare questi strumenti alle
aziende, non tutti possono permettersi di abbonarsi per controllare
qualche dato ogni tanto.
Da una parte tolgono e dall'altra poi fanno finta di fare mille sforzi
per dare.
Sai cosa farei con la loro smart card? prima la arrotolerei ben bene e
poi @][]@#][#§§Lkl*°°ç


Ciao

Vittorio D.L.
ZDavidoff
2004-09-26 10:36:18 UTC
Post by Vittorio D.L.
che ci fosse a pagamento non ne dubitavo :(
pero' i database ci sono gia e gli strumenti di consultazione anche,
mi sembrano mosse stupide quelle di negare questi strumenti alle
aziende, non tutti possono permettersi di abbonarsi per controllare
qualche dato ogni tanto.
Quello che dici è vero e l'abbonamento fa il gioco di alcune società di
servizi o associazioni (para)professionali. Considera che in Italia molte
società di servizi legate a burocrazie assurde (ACI, Motorizzazione, CCIAA,
enti regionali ecc.) sono messe in piedi da dipendenti degli stessi enti in
modo surrettizio. Mi sono imbattuto in agenzie pubblicitarie dove
l'amministratore era il figlio ventenne della direttrice di un ufficio
acquisti della regione in cui risiedo: se volevi un contratto di fornitura
dovevi fare pubblicità sul loro opuscolo destinato ai dipendenti.
C'è da dire, però, che se i database fossero liberamente consultabili a quel
punto le società sarebbero preda di varie iniziative di spamming postale e
venditori di ogni sorta. Non posso non apprezzare questo sforzo che le
camere di commercio fanno nel non diffondere in modo indiscriminato i miei
dati :)

A presto

Fabio
Vittorio D.L.
2004-09-26 18:00:33 UTC
Post by ZDavidoff
C'è da dire, però, che se i database fossero liberamente consultabili a quel
punto le società sarebbero preda di varie iniziative di spamming postale e
venditori di ogni sorta. Non posso non apprezzare questo sforzo che le
camere di commercio fanno nel non diffondere in modo indiscriminato i miei
dati :)
Fabio, con tutto rispetto non posso essere d'accordo con quello che
dici, so che converrai sulle mie considerazioni che seguono:
la trasparenza è una garanzia per il consumatore ma lo è anche per
l'azienda seria, dal mio punto di vista renderei obbligatorio
pubblicare la partita iva su ogni sito e su ogni stampa pubblicitaria
e il consumatore deve essere in grado di sapere chi è quella azienda,
non si puo costringere il consumatore a indagare e pagare per
verificare questi dati.
Se parliamo di privacy considero piu invadente il potere risalire
all'identità di un privato partendo dal numero telefonico che il
potere risalire alla ragione sociale di una azienda partendo dalla
patita iva.
Riguardo allo spam, chi ne fa un business non ha problemi a pagare,
sappiamo tutti quanti merdosi ci chiamano presentandosi come
'sindacato di polizia' o con voce austera si presentano come
finanzieri per rifilarci la loro rivista, a questi truffaldini, veri o
finti servitori dello stato che siano io rispondo che me ne frego
della loro rivista, chi lavora seriamente non puo avere paura della
verità.

Ciao

Vittorio D.L.
ZDavidoff
2004-09-27 09:59:42 UTC
Post by Vittorio D.L.
Fabio, con tutto rispetto non posso essere d'accordo con quello che
[... ]
Post by Vittorio D.L.
Se parliamo di privacy considero piu invadente il potere risalire
all'identità di un privato partendo dal numero telefonico che il
potere risalire alla ragione sociale di una azienda partendo dalla
patita iva.
Concordo su tutto Vittorio, il mio era solo un commento ironico.
Personalmente andrei anche oltre quello che hai scritto, in molti casi il
richiamo alla privacy è solamente il riflesso incondizionato alla moda
imperante che tutela in modo esagerato l'individuo. Dalla protezione dei
dati personali al diritto all'immagine se casualmente entri in
un'inquadratura di un un tg.
La banca dati CCIAA (elenco pubblico peraltro!!) è protetta solo per
consentire ai dinosauri ancora rimasti nella burocrazia italiana di
sopravvivere con la gabella sulla visura.

A presto

Fabio
Brian Boitano
2004-09-28 13:10:57 UTC
Post by ZDavidoff
C'è da dire, però, che se i database fossero liberamente consultabili a quel
punto le società sarebbero preda di varie iniziative di spamming postale e
venditori di ogni sorta. Non posso non apprezzare questo sforzo che le
camere di commercio fanno nel non diffondere in modo indiscriminato i miei
dati :)
beh con infocamere.it spamming ne fai quanto te ne serve :)
tanto non occorre in genere la p.iva (se non x fatturare)
ma l'indirizzo postale a cui mandare lo spam